Immersi nel silenzio

Ho silenziato la suoneria del telefonino e la notifica dei messaggi. Dalle finestre non arrivano più i suoni del traffico, niente vociare serale, niente musica, niente risate. Quando qualcuno parla o discute, anche a distanza, mi fermo ad ascoltare: non tanto per curiosità quanto perché registro la rottura di un equilibrio.

Da quando le attività si sono fermate e la gente sta chiusa in casa ho calibrato i miei rumori al nuovo ordine. Siccome per lavorare, da casa, devo parlare al computer, a volte per diverse ore, poi nei momenti di relax non ho voglia di telefonare. Mando messaggi muti agli amici. Musica ne ascolto poca. Piuttosto mi dedico a leggere, attività silenziosa per eccellenza.

Mi sembra di rivivere quelle singolari giornate della mia infanzia quando mia nonna mi diceva di tenere basso il volume della televisione o del registratore, di non ridere e gridare, perché in qualche appartamento vicino c’era stato un lutto. “Rispetto per i morti”, mi diceva. E io non capivo chi avrebbe dovuto seccarsi per i miei rumori dal momento che il morto non avrebbe sentito più niente.

Penso ai ragazzi che in questi giorni strani di quarantena sono bloccati a casa. Mi dispiace per loro, per la loro vita sigillata. Poverini, se avessi la loro età io… Poi ragiono. Alla loro età io passavo i pomeriggi a casa a ripetere coniugazioni di verbi greci e latini. Certo, mi ritagliavo momenti di evasione, c’erano la musica, gli amici, le uscite ogni tanto, ma c’era anche il silenzio per studiare, per leggere, per scrivere.

Quello che manca ai ragazzi in questo periodo, naturalmente, è la libertà di fare tutte le cose che facevano prima della quarantena. Ma forse a mancare è anche, e sempre, una forma di disciplina e di organizzazione delle giornate, un’abitudine ad annoiarsi, ad accettare la noia, a volerla sconfiggere magari scoprendo cose nuove e diverse. La riflessione e il silenzio non sono cattivi compagni.

silenzio

Pubblicità

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...