Risvoltini primavera

L’anno scorso ho accettato la sfida di un amico e ho scritto il testo di una canzone. In realtà avevo già tentato questa strada nel 2014 creando “L’ascensore” musicata da Lorenzo Gileno.

Sono incursioni senza pretese le mie, per il momento soprattutto un sano divertissement, in tutti i sensi. Certo, lo so che aleggia l’ombra del nonno paterno che di canzoni ne scrisse più di cinquecento ma al momento non credo di seguirne le tracce. Un domani chi lo sa.

“Risvoltini primavera” è il testo dell’anno scorso. È ispirato in qualche modo ai miei allievi. Non ha ancora una musica, per cui se qualcuno vuole farsi sotto, coraggio! Lo condivido qui, per farci due risate.

RISVOLTINI PRIMAVERA

di Corrado Premuda

È un ragazzo cadavere

non l’ho visto respirare

È un moccioso cadavere

chi potrebbe dubitare?

Prende sole in obitorio

questa vita è un mortorio

Taglia i peli col rosaio

abbronzato e sobrio

Pantaloni che corteggiano la moda

con troppa timidezza

Pantaloni che rinnegano la moda

per Giove che tristezza

Risvoltini primavera

sto con te da mane a sera

Risvoltini primavera

la frittura che non c’era

È un ragazzo antipasto

in apnea con i calzini

È un moccioso antipasto

solo per palati fini

Pantaloni che riscrivono la moda

è una certezza

Risvoltini primavera

sempre chic anche in galera

Risvoltini primavera

vittima di una moda vera

note musica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...